HomeMappa del SitoContattiPress Area
logoIstitutoPascale
trasparenza150pxIstitutoPascaleServizi al cittadinoRicerca ScientificaFormazione e Didattica

Dipartimento della Ricerca >> Struttura Complessa Farmacologia Sperimentale

Obiettivo dell’Unità è lo sviluppo preclinico di nuovi approcci terpaeutici nelle neoplasie umane basati su strategie farmacologiche integrate attraverso l’impiego combinato su basi razionali di farmaci a bersaglio molecolare e convenzionale, con l’obiettivo di migliorarne l’efficacia, ridurne la tossicità e per tradurli in tempi rapidi al letto del malato. Tale obiettivo si articola in tre azioni principali:

  1. Studio dei meccanismi d’azione in modelli preclinici di farmaci diretti contro bersagli molecolari specifici.
  2. Disegno di associazioni farmacologiche innovative tra questi agenti “biologici” e approcci “convenzionali” (Chemioterapia e RT)  ampiamente utilizzati in clinica basato su possibile interazioni meccanicistiche.
  3. Identificazione di nuovi bersagli terapeutici nell’ambito del microambiente neoplastico.
  4. Impiego di piattaforme tecnologiche avanzate (per l’identificazione di nuovi marcatori molecolari diagnostici, prognostici e predittivi di risposta terapeutica in modelli preclinici e su biopsie e fluidi biologici di pazienti affetti da neoplasie.
In particolare l’Unità di Farmacologia Sperimentale lavora sulla definizione dei meccanismi d’azione di diverse classi di farmaci diretti contro bersagli molecolari specifici: gli inibitori di Istone deacetilasi (in particolare i farmaci Vorinostat e Panobinostat), molecole che interferiscono con p53 (in particolare la molecola denominata RITA che stabilizza la forma non mutata di p53 potenziandone gli effetti pro-apototici) e altre classi di molecole che interferiscono con la geranilazione di proteine intracellulari importanti per la trasduzione del segnale mitogenico come ad esempio l’acido zoledronico. Siamo anche interessati a combinazioni farmacologiche che potenziono l’effetto di farmaci diretti control’epidermal growth factor receptor come l’anticorpo monoclonale Cetuximab o gli inibitori di tirosino chinasi associata all’EGFR (TKI) quali Gefitinib o Erlotinib.
Recentemente sono state inoltre avviate diverse linee di ricerca preclinica tese all’individuazione dei meccanismi molecolari responsabili dell’estrema resistenza dei tumori pancreatici sia ai trattamenti chemioterapici classici che alle nuove terapie biologiche. In particolare, sono in corso i seguenti studi sul: a) il ruolo delle diverse vie di segnale del Transforming Growth Factor β nella resistenza dei tumori pancreatici ai farmaci citotossici classici ed ai farmaci antiangiogenetici; b) l’inibizione dell’enzima PARP-1 come nuovo approccio per potenziare l’attivita’ di farmaci chemioterapici classici; c) il ruolo dell’Insulin- like Growth Factor Receptor come mediatore della resistenza alle terapie anti-EGFR.
L’impegno della Unita’ di Farmacologia Sperimentale non si limita tuttavia alla sola dimostrazione preclinica dell’attivita’ di nuovi approcci terapeutici, infatti essa è attivamente impegnata nel disegno e nella conduzione di studi clinici soprattutto di Fase I in collaborazione con l’Unità di Sperimentazioni cliniche  e altre Unità Cliniche di Istituto, tesi a dimostrare la fattibilità clinica di nuovi approcci terapeutici con nuovi farmaci biologici da soli o in combinazione con chemioterapici classici. Infine nostra Unità, sta studiando da tempo la cinetica e la vitalità delle cellule endoteliali circolanti (CECs) e delle cellule endoteliali progenitrici (CEPs) mediante un’analisi citofluorimentrica multiparametrica,  nonché l’espressione di fattori circolanti regolatori dell’angiogenesi, dimostrando la potenzialità di tali misurazioni come marcatori precoci e predittivi di risposta alla terapia anti-angiogenica.

 

Staff
   
Dirigenti Dirigente Biologo Dr.ssa Elena Di Gennaro - 0815903342 - e.digennaro@istitutotumori.na.it
Dirigente Biologo Dr Francesca Bruzzese - 0815903790 - f.bruzzese@istitutotumori.na.it
Dirigente Biologo Dr.ssa Alessandra Leone- 0815903790 - a.leone@istitutotumori.na.it
   
Collaboratori Ricercatore Chiara Ciardiello    
Ricercatore Maria Serena Roca    
Ricercatore Federica Iannelli
Ricercatore Andrea Zotti   
 
Dottorando Simona Di Rienzo     
 
Tecnico  Carlo Vitagliano  
Tecnico Tania Moccia
 
 
Riferimenti
   
Responsabile Dr Alfredo Budillon - a.budillon@istitutotumori.na.it  
Segreteria    
Coordinatore Infermieristico    
 
Modalità di Accesso
   
Informazioni Segreteria tel. 0815903292, fax 0815903813; laboratorio 0815903794
Ubicazione 1° Piano Palazzina della Ricerca
   
 
Istituto Nazionale Tumori IRCCS "Fondazione G. Pascale" via Mariano Semmola - 80131 Napoli